Ravioli sardi di bietola - Le Vie del Gusto :: Piatti Tipici Sardi - Enogastronomia - Ricette Tipiche Sarde e Itinerari Enogastronomici. La Storia di una Regione attraverso le sue tradizioni enogastronomiche.

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ravioli sardi di bietola

Primi > Primi di Terra
Ravioli sardi di bietola e pecorino fresco
Ravioli di bietola e pecorino fresco
I Ravioli Sardi sono un primo piatto noto per le diverse varianti, sia dei ripieni che delle forme da territorio a territorio.

Preparazione del piatto per 6 persone.

Ripieno : grattugiare 800 gr. di pecorino fresco leggermente acido e impastare con 4 uova; 500 gr. di bietole lessate ben strizzate e tritate, aggiungere poco sale e una punta di zafferano sciolto in acqua e 4 o 5 cucchiai di farina. Lavorare bene l'impasto aiutandosi con una spatola di legno e ricavare delle palline grandi come una grossa nocciola.

Ravioli sardi di bietola e pecorino fresco

La pasta : utilizzare 200 gr. di semola e 200 gr. di farina, impastando con acqua tiepida e poco salata, con un mattarello stendere in sfoglie e disporre le palline a poca distanza l'una d'altra; ricoprire con un'altra sfoglia, pressare intorno alle palline in modo da poter ritagliare con una rotella dentata il raviolo.

Lasciare asciugare per una notte i ravioli ottenuti coprendoli con un panno. Cuocere, immergendoli in acqua salata bollente, in piccole quantità dopo averli punti per privarli dell'aria. Saranno cotti 2 minuti dopo l'affioramento in superficie; scolare e servirli su un piatto di portata condendoli con un gustoso ragù. Cospargere abbondantemente di pecorino.
 
Protected by Copyscape
Leggi le nostre policies
su Privacy e Cookies
Copyright 2016. All rights reserved. Versione Mobile realizzata da "Le Vie della Sardegna"
Torna ai contenuti | Torna al menu