Prodotti da Forno :: Dolci e Pane Sardo, curiosità e ricette dal Portale Le Vie del Gusto Piatti Tipici Sardi. - Le Vie del Gusto :: Piatti Tipici Sardi - Enogastronomia - Ricette Tipiche Sarde e Itinerari Enogastronomici. La Storia di una Regione attraverso le sue tradizioni enogastronomiche.

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Prodotti da Forno :: Dolci e Pane Sardo, curiosità e ricette dal Portale Le Vie del Gusto Piatti Tipici Sardi.

maialini
Dolci Tipici Sardi Misti
Papassini dolci tipici sardi

Prodotti Sardi da Forno


I Dolci Sardi

Il gusto del formaggio rende prelibate diverse specialità dolciare della Sardegna. Fra queste le "pardulas", dette anche "formaggelle" e "casadinas", sono particolarmente famose, diffuse in tutto il territorio dell'Isola. A base di ricotta o formaggio pecorino fresco di giornata, sono diffuse in tutto il territorio regionale. Nella zona di Sassari l'elemento caratterizzante è l'uva passa, mentre in altre le "pardulas" sono aromatizzate con zafferano o altre spezie.

Le "seadas" si contraddistinguono per il loro ripieno di formaggio pecorino ricoperto da pasta di semola a grano duro. Il dolce viene cucinato mediante frittura che dona alla pasta una lieve tonalità dorata, successivamente vi viene fatto colare sopra del miele. In passato questa specialità dolciaria veniva preparata dalle donne barbaricine nella stagione primaverile, per festeggiare il ritorno a casa dei pastori dopo la fredda stagione invernale.

Gli amaretti sono dolci morbidi dal colore dorato composti da mandorle dolci, mandorle amare, zucchero, albume d’uomo e scorza di limone. Vengono consumati solitamente in occasione di pranzi o cene di festa, spesso accompagnati da un calice di vino passito o liquoroso. I biscotti di Fonni sono dolci dal colore leggermente dorato, e di forma simile ai classici “savoiardi”, da cui si differenziano per le dimensioni, più grandi. La delicata fragranza è data dalla combinazione degli ingredienti di cui si compongono, vale a dire uova, farina e zucchero.  
Marigosos, bianchini, suspiros, bianchinus, biancheddus, bianchini alle mandorle vengono prodotti in tutto il territorio della Sardegna sono dolci di forma piramidale dalla superficie mossa e increspata, presentano un colore bianco ed una consistenza friabile. La loro forma li rende somiglianti alle meringhe e agli spumini delle altre regioni italiane. Spesso sono decorati con mandorle e diavoletti colorati.
Le copulette sono dolci di pan di Spagna alle mandorle, diffusi in tutta la Sardegna ma soprattutto nella zona di Ozieri e del Goceano. ll prodotto si presenta con una forma tronco conica con le basi ovali (minore alla base inferiore e maggiore in quella superiore), di colore bianco sporco nel bordo zigrinato e bianco sulla superficie quando ricoperto di glassa.
Il "gateau" è un croccante di mandorle che compone sofisticate architetture, apprezzabili specialmente in occasioni quali ricorrenze e matrimoni. Si tratta di un dolce tradizionale citato anche nei romanzi di Grazia Deledda.
Ad Ozieri vengono prodotti i "sospiri", dolci molto piccoli, di forma rotonda, glassati in superficie, soffici all'interno, di colore chiaro, preparati con mandorle tritate, zucchero, miele e limone. Ne esiste una versione moderna avvolta nel cioccolato e aromatizzata al liquore di mirto. I dolci a basa di sapa allietano varie occasioni di festa nella tradizione isolana. Si tratta di un succo di fico d'india (o d'uva) cotto, di colore marrone e dal sapore gradevole. Fra le specialità merita menzione il "pane 'e saba", dolce diffuso in particolare nel Campidano di Cagliari e nel Nuorese. Caratterizzato dal colore scuro del vino cotto, è intensamente fragrante, composto da farina bianca, lievito e "sapa" (un liquido ottenuto dal vino di uva fatto raffinare in cottura) e uva passa. Gli ingredienti possono variare con l'aggiunta di frutta secca (solitamente noci). La forma della pasta può essere romboidale, rettangolare e anche circolare.
Anche se non è un prodotto da forno è opportuno ricordare un dolce tipico sardo il torrone un delizioso panetto a base di miele, albume d'uovo, scorza di limone e mandorle o noci tostate. La sua etimologia deriva dal latino "torrere", che significa "tostare". I più rinomati centri di realizzazione sono concentrati a Tonara, Aritzo, Guspini, Desulo e Pattada. In realtà fino all'Ottocento si ha notizia di una specifica tradizione torronaia solo a Tempio, Pattada e Mamoiada, mentre ancora non viene ricordata Tonara, oggi centro principe per questa produzione dolciaria.  


Troverete le ricette dei dolci menzionati nell'articolo nella sezione del Sito dedicata ai
Dolci Sardi

  

Il Pane Sardo

Uno dei pani maggiormente conosciuti della Sardegna è senza dubbio il carasau Dai turisti è conosciuto come carta da musica, per via dello spessore sottilissimo, che infatti non può superare i tre millimetri. La sua produzione è concentrata nelle aree interne dell'Isola e in particolar modo in alcuni comuni tra cui Oliena, Dorgali, Gavoi e Desulo. In questi paesi sono numerose le donne che ancora producono artigianalmente questo pane. Anche la lavorazione a fini commerciali, comunque, rispecchia ancora le antiche tradizioni e arti di produzione. Nei paesi di montagna, il pane, per necessità, veniva preparato in modo che i pastori potessero consumarlo durante la transumanza, lungo periodo di lontananza da casa, e dunque era destinato a durare per mesi. Nel mondo agro pastorale questo prodotto è consumato con il formaggio di pecora e di capra. Il connubio, oggi riscoperto da numerosi ristoranti sardi, è una autentica delizia per il palato. Il pane "carasau" è ancora oggi diffuso in tutta l'Isola e si può trovare nei migliori ristoranti. La prelibatezza di questo prodotto ha portato in tempi recenti ad un rapido aumento delle esportazioni in Italia e all'estero. Dal pane "carasau" si può far derivare un altro pane tipico sardo, denominato guttiau. Esso non è altro che il pane carasau "gocciolato" (questo significa "guttiau") d'olio extravergine d'oliva e spolverato con qualche pizzico di sale, rimesso nel forno a seccare per qualche istante. Il gustosissimo pane "guttiau" costituisce anche un ottimo spuntino da associare ad un aperitivo.
Le spianadas pane tipico del Nuorese, venivano preparate in occasione della panificazione mensile del pane "carasau", e consumate in compagnie numerose durante i lavori stagionali come la tosatura, la potatura, o le feste. E' un pane di forma circolare, morbido, facile da trasportare. In occasione di festività religiose veniva decorato; la sua pasta morbida si presta infatti a semplici incisioni sulla superficie fatte con la rotella dentata, o a segni decorativi più elaborati, come stelle e fiori impressi da timbri di legno, detti "pintapanes", intagliati dai pastori e tramandati di generazione in generazione.
Su coccoi è uno dei prodotti tipici sardi per eccellenza. La sua diffusione è omogenea in tutta la Sardegna, ma è il Campidano l'area in cui è maggiormente presente. Il nome varia da paese a paese; in Gallura, per esempio, è chiamato "pane de tricu riju", impiegato per la preparazione della celebre zuppa gallurese. È un pane dalla crosta dura e croccante, mentre la mollica è estremamente morbida e friabile. Nel passato questo pane veniva spesso utilizzato per le feste. Le donne del paese costruivano degli autentici capolavori artistici nella preparazione di questo pane. Durante il periodo pasquale era consuetudine che le donne producessero questo pane inserendo nella pasta, a scopo decorativo e simbolico, delle uova sode. È caratterizzato da forme e decorazioni molteplici. Si va dalle corna di lumache ai carciofi, alle corone reali. Su pistoccu è uno dei pani tipici della Sardegna. Prodotto prevalentamente in Ogliastra e Planargia, il pane è composto di semola e di fior di farina. La pasta viene fatta lievitare e poi, dopo una prima cottura, suddivisa in due sfoglie e nuovamente immessa nel forno.




Sagre e feste A Bonorva (SS), nella prima metà di agosto si svolge ogni anno la sagra dello Zichi, il tipico pane da zuppa bonorvese. La particolarità di questo pane sta nel fatto che si presta ad essere cucinato. Quando il pane diventa duro, ora sono gli stessi produttori che lo realizzano pronto per tale uso, viene tagliato a pezzi piccoli, e cucinato per 10/15 minuti in brodo di pecora bollente o in un brodo ottenuto con lardo e prezzemolo, pestati con una scure fino ad ottenere un impasto omogeneo, una volta cotto, il pane è condito con formaggio pecorino, insieme al pane vengono cucinate patate e cipolle.




"Fornaio Atzori"
Pasticceria, Panificio, Pasta Fresca

La passione e la dedizione della famiglia nel settore, ha portato alla nascita del laboratorio dolciario e della pasticceria. Le ricette artigianali, sono alla base dei nostri prodotti. L'utilizzo degli ingredienti naturali nell'intera produzione, permette alla nostra azienda di proporre un'ampia gamma di specialità che conservano il sapore e la genuinità dell'isola.


CONTATTI
Fornaio Atzori
Via Sicilia 13, Macomer (NU)
tel. 0785.70315
fax. 0785.70315
Fornaio Atzori Macomer (NU)

Antica Dolceria di Enoteca Club
Situata a Sassari in via Roma 19, è il luogo giusto per chi cerca i miglioi prodotti enogastronomici locali, nazionali ed internazionali. Dolce rifugio per i golosi dove la cretività si fonde con la tradizione esaltando i sapori classici dei dolci fatti in casa. Presso il punto vendita si possono trovare tutti i dolci nazionali in particolare quelli sardi. Ogni paese produce i suoi dolci, che contraddistinguono una vera cultura del gusto.

Aquista i nostri prodotti on-line




Tutti prodotti presenti nel nostro catalogo on-line sono in vendita all'interno del nostro negozio ebay e possono essere acquistati con facilità inviandoci una mail all'indirizzo info@enotecaclub.it o chiamando il numero 079/27.40.31, facendo molta attenzione ad indicare bene il codice del prodotto che si intende comprare. Si può effettuare il pagamento tramite bonifico bancario, ricarica postepay o con il pagamento paypal. La merce verrà spedita a pagamento effettuato. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci risponderemo puntuali a tutte le vostre richieste sui prodotti e le modalità di transizione.

Per i clienti di Sassari e provincia è disponibile il servizio di consegna
a domicilio per tutti i nostri prodotti.



E-mail: info@enotecaclub.it


 
Copyright 2016. All rights reserved. Versione Mobile realizzata da "Le Vie della Sardegna"
Torna ai contenuti | Torna al menu